VIAREGGIO, CAPITALE MONDIALE DELLA NAUTICA

VIAREGGIO, 11 maggio - "In sei mesi siamo riusciti a rendere possibile questa manifestazione che abbiamo sostenuto anche con un finanziamento. Con il Protocollo firmato stamani abbiamo deciso di proiettarla nel prossimo triennio con l'obiettivo di far coincidere la realtà produttiva di un settore in cui noi primeggiano nel mondo con la capacità di mostrare al mondo ciò che siamo capaci di realizzare. E oggi Viareggio è capitale mondiale della nautica".

Il presidente Enrico Rossi spiega così Il senso della partecipazione e del sostegno della Regione Toscana alla prima edizione del Versilia Yachting Rendez Vous, che si è aperta questa mattina nella darsena di Viareggio.

 

Rossi, che ha firmato con il sindaco Giorgio Del Ghingaro e con il presidente del Distretto regionale per la nautica e la puntualità, Vincenzo Poerio, un Protocollo di intesa per una collaborazione che porti alla crescita e al consolidamento della manifestazione che si propone di mostrare la produzione nautica d'eccellenza.

"Anche nella capacità di esporsi - ha sottolineato Rossi - vogliamo diventare i primi nel mondo, anche perché questa capacità si riverbera sull'attività produttiva, sulla conoscenza della Versilia nel mondo e quindi anche sul turismo. E questo è fattore importantissimo per Viareggio e per tutta la Costa toscana".

Il presidente ha poi evidenziato come questa produzione d'eccellenza sia il risultato della capacità di combinare l'abilità manifatturiera e di progettazione con la ricerca, con l'artigianalitá che si sposa con l'innovazione. 

"Il Versilia Yachting - ha aggiunto - è una manifestazione che ha e avrà bisogno di una cornice adatta: prima di tutto la sistemazione del porto, e per questo ringrazio l’ingegnere Morelli per il lavoro che sta portando avanti. Cerchiamo di avere due occhi, uno che guarda in alto verso ampi orizzonti, e uno a terra per evitare buche e inciampi».

"Ringrazio le istituzioni – ha detto il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro - e quelli che hanno dato una mano alla realizzazione dell'evento. Chi in questi giorni ha visitato la darsena ha riscoperto una Viareggio di qualche anno fa. C’era movimento, via vai, lavoro, fermento: questa è la città che voglio, questo è quello a cui vogliamo puntare. Riporteremo la città ai fasti di un tempo, ma in chiave contemporanea. Viareggio respira col ritmo del mare: non potevamo che ripartire dal mare per dare un segnale forte di ripartenza. Ma Viareggio è anche bellezza: per questo abbiamo voluto firmare questo protocollo qui, a villa Paolina, un gioiello inestimabile. 
Apriamo quindi porte e finestre all'innovazione e alla bellezza, con un elemento centrale che ha fortemente caratterizzato questo evento: la collaborazione fra tutte le componenti della comunità. Pubblico e privato insieme per dare alla città un’accelerazione verso il futuro".