NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Approvo` acconsenti all`uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

COOKIES

Cosa sono i Cookies
Un cookie è un file di testo che un sito web salva sul browser del computer dell’utente. Solitamente i cookie consentono di memorizzare le preferenze espresse dall’utente per non dover essere reinserite successivamente. Il browser salva l’informazione e la ritrasmette al server del sito nel momento in cui l’utente visita nuovamente quel sito web.

Uso dei Cookies

L’accesso ad una o più pagine del sito può generare i seguenti tipi di cookies:

  • Cookie      tecnici:      consentono il corretto utilizzo del sito. Possono essere di due tipi:
  • Persistenti:       rimangono memorizzati sul browser dell’utente fino a una certa data       preimpostata e variabile da Cookie a Cookie;
  • Di       sessione: vengono cancellati una volta chiuso il browser.
  • Cookie      analitici:      utilizzati dal server o da terze parti per raccogliere dati in forma      anonima e aggregata sull’utilizzo del sito web, la sorgente di traffico,      le pagine visitate e il tempo trascorso sul sito;
  • Cookie      tecnici di terze parti: utilizzati da      terze parti per consentire l’integrazione del sito con i profili social      per le preferenze espresse sui social network e la condivisione dei      contenuti da parte degli utenti.

Disabilitazione dei cookie
La maggior parte dei browser accetta i cookies automaticamente, ma è possibile rifiutarli. Se non si desidera ricevere o memorizzare i cookie, si possono modificare le impostazioni di sicurezza del browser utilizzato (ad es.: Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Safari Opera, ecc…). Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. Indicazioni circa le modalità di gestione dei cookie possono essere acquisite consultando i siti ufficiali dei browser.

- - I COMPONENTI DEI SEGGI ELETTORALI

 U  F  F  I  C  I  O     E  L  E T  T  O  R  A  L  E    D I    V  I  A  R  E  G  G  I O 

 I COMPONENTI DEI SEGGI ELETTORALI

In occasione di consultazioni elettorali o referendarie nei vari plessi scolastici dislocati sul territorio Comunale di  Viareggio e Frazione, vengono istituite le sezioni elettorali (63), ogni Ufficio di sezione è composto da un presidente, un segretario scelto dal presidente e quattro scrutatori, ridotti a tre nelle consultazioni referendarie.

Non è possibile assolvere alle cariche di presidente, scrutatore o di segretario (art. 38 del D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 e art. 23 del D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570 e succ. mod.) per gli appartenenti alle seguenti categorie:
 i dipendenti dei Ministeri dell'Interno e Telecomunicazioni ed Ente Poste SPA;
 gli appartenenti alle Forze Armate, in attività di servizio;
 i medici provinciali, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti;
 i segretari comunali ed i dipendenti dei comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
 i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.
coloro che alla data delle elezioni hanno superato il 70esimo anno di età (solo per la carica di Presidente)

L’ufficio di presidente, scrutatore e di segretario è obbligatorio per le persone designate.

Tutti i membri dell’Ufficio di sezione, compresi i rappresentanti di lista, sono considerati per effetto di Legge, Pubblici Ufficiali. Solo durante l’esercizio delle loro funzioni.

In occasione di tutte le consultazioni elettorali o referendarie disciplinate da leggi della Repubblica  o delle regioni, coloro che adempiono  funzioni presso gli uffici elettorali, ivi compresi i rappresentanti di lista, hanno diritto di assentarsi dal lavoro per tutto il periodo corrispondente alla durata delle relative operazioni (art. 119 D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361, sost. dall’art. 11 della Legge 21 marzo 1990, n. 53). 

I giorni di assenza dal lavoro utilizzati nel periodo delle operazioni elettorali sono considerati, a tutti gli effetti, giorni di attività lavorativa, ed i compensi ricevuti non vanno inseriti nelle dichiarazioni dei redditi.  (Approfondimento assenza sul lavoro)

I compensi spettanti  ai componenti dei seggi elettorali è un compenso forfetario onnicomprensivo non  assoggettabile a ritenute o imposte e non concorrono alla formazione della base imponibile ai fini fiscali, il cui importo può variare a seconda dei tipi consultazioni e se si svolgono contemporaneamente ad altre.
Salvo aggiornamenti da parte del Ministero gli onorari sono i seguenti (2009): (Approfondimento compensi)
Seggi ordinari (2010)
   Per i
presidenti di seggio il compenso è di: 
  euro 130 in caso di referendum;
  euro 150 per altre elezioni.

  Per gli scrutatori
il compenso è di:
  euro 104 in caso di referendum;
  euro 120 per altre elezioni.

La modalità di riscossione dei compensi per coloro che hanno prestato servizio come scrutatore, segretario o presidente di seggio può avvenire nei seguenti modi:
 facendo accreditare l'onorario spettante sul proprio conto corrente, previa compilazione dell’apposito modulo consegnato dal Sindaco al Presidente nei giorni della votazione. E' indispensabile in codice IBAN e fiscale;
 presentandosi personalmente presso la Tesoreria Comunale della Cassa di risparmio di Firenze, via S. Francesco Viareggio, muniti di un documento di riconoscimento.

I Presidenti dei seggi elettorali sono nominati con Decreto del Presidente della Corte d’Appello di Firenze entro il trentesimo giorno precedente quello della votazione. 
 Il Presidente del seggio elettorale provvede alle seguenti funzioni:
 nomina il segretario del seggio;
 prende in consegna dal Sindaco il materiale occorrente per le operazioni necessarie per la  votazione e lo scrutinio;
 provvede alla custodia della sala della votazione e del materiale ricevuto;
 sceglie il vice presidente tra gli scrutatori del seggio;
 sovrintende tutte le operazioni del seggio;
 è incaricato dell'ordine pubblico nella sala di votazione e dispone della Forza Pubblica;
 ha potere discrezionale, uditi i pareri degli scrutatori, su tutte le difficoltà e gli incidenti succeduti al seggio, sui reclami anche orali, sulle contestazioni e sulla nullità dei voti.
 Il vice presidente viene nominato dal presidente fra gli scrutatori presenti al seggio , coadiuva il presidente e ne fa le veci in caso di assenza temporanea o impedimento sopraggiunto.

Vai al link Iscrizione o cancellazione dall'Albo dei Presidenti di Seggio

I Segretari  sono scelti  e nominati dai presidenti degli uffici di sezione, devono essere elettori del Comune di Viareggio e in possesso del titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado (art. 2, legge 21 marzo 1990, n. 53).
 Il segretario assiste il presidente nell'adempimento delle operazioni del seggio ed è responsabile, insieme a lui, della  compilazione del verbale.
 Inoltre, provvede alla registrazione dei voti durante lo spoglio delle schede, alla raccolta degli atti da allegare al verbale e alla confezione dei plichi.  

Gli Scrutatori destinati ai seggi sono nominati, in occasione di consultazioni, dalla Commissione elettorale comunale in seduta pubblica, tra il 25° e il  20° giorno antecedente la data della votazione.
Ai nominati il Sindaco provvede alla notifica della nomina e in caso di rinuncia per grave impedimento, provvede alla loro sostituzione.
Il nominato che intende rinunciare  deve presentare adeguata comunicazione scritta all’Ufficio elettorale, entro quarantotto ore dal ricevimento della notifica.
 Gli scrutatori provvedono ai seguenti compiti:
 firmano le schede destinate alla votazione (autenticazione);
 identificazione e registrazione degli elettori che si presentano a votare;
 partecipano alle operazioni di spoglio delle schede e di scrutinio;
 confezionano e sigillano i plichi contenenti gli atti della votazione e dello scrutinio. 

Vai al link  Iscrizione o cancellazione dall'Albo Unico degli Scrutatori

I Rappresentanti di lista sono elettori nominati dalle forse politiche che partecipano alla competizione elettorale con lo scopo di garantire la regolarità delle operazioni di voto e scrutinio nelle sezioni elettorali.
 I rappresentanti di lista sono designati dai delegati in occasione di consultazioni elettorali o referendarie, tali nomine vanno fatte con dichiarazione scritta su carta libera (Mod. 8) con firma dei delegati autenticata secondo le modalità previste dell’art. 21 D.P.R. n. 445/2000.
 I delegati hanno diritto di designare presso ogni sezione due rappresentanti: uno effettivo e l’altro supplente, tali nomine sono facoltative.
 Le designazioni possono essere effettuate, entro il venerdì antecedente la votazione, a mezzo di dichiarazione scritta con firma autenticata secondo le modalità di Legge (Legge 21 marzo 1990, n. 53 e succ. mod.), o direttamente ai singoli presidenti dei seggi nel pomeriggio del sabato al momento dell’insediamento dei seggi o direttamente la domenica o il lunedi purché prima dell’inizio delle operazioni di voto.
  I rappresentanti di lista, non possono sostituire gli scrutatori assenti.
 I rappresentanti di lista nominati sono considerati, durante lo svolgimento delle loro funzioni, Pubblici Ufficiali.
 È esclusiva competenza dei delegati di lista, la designazione dei rappresentanti di lista, pertanto non è previsto che le designazioni di cui trattasi siano fatte da terzi.
  I rappresentanti hanno diritto:
 ad assistere a tutte le operazioni dell'ufficio elettorale di sezione;
 a far inserire nei verbali eventuali dichiarazioni;
 ad apporre la loro firma sulle strisce di chiusura delle urne e sui plichi contenenti gli atti della votazione e dello scrutinio, nonché sui sigilli apposti alle finestre ed agli accessi della sala della votazione;
 i rappresentanti di lista per l'esercizio delle loro funzioni possono portare un bracciale o altro distintivo con riprodotto il contrassegno della loro lista, simboli o quant'altro di dimensioni tali da non essere più considerati segni di riconoscimento ma bensì oggetti di propaganda elettorale, sono sanzionabili a norma dell'art. 6 della Legge 4 aprile 1956, n. 212 e succ. modificazioni (sanzione pecuniaria  amministrativa).
 i rappresentanti di lista che impediscono il regolare procedimento delle operazioni elettorali sono puniti con la reclusione da due a cinque anni e con la multa da lire 2.000.000 a lire 4.000.000.

NOTA BENE Nei Comuni retti da Commissario, i componenti della Commissione elettorale comunale restano in carica sotto la presidenza del Commissario stesso; nel caso in cui non si raggiunga il minimo legale nella riunione di seconda convocazione provvede il Commissario.
D.P.R. 20 marzo 1967, n. 223 art. 15 - vedi circolare 21 luglio 1999, n. 156 della direzione generale dell’amministrazione civile –Direzione centrale per i servizi elettorali- Commissione elettorale comunale. Interpretazione dell’art. 41 della legge 27 dicembre 1997, n. 449.

Normativa di riferimento
 Legge n. 70 del 13 marzo 1980 "Determinazione degli onorari dei componenti gli uffici elettorali e delle caratteristiche delle schede e delle urne per la votazione".
 Legge n. 117 del 4 aprile 1985 "Norme per l'adeguamento degli onorari dei componenti gli uffici elettorali di sezione".
 Legge 23 dicembre 1996, n. 662  "Misure di razionalizzazione della finanza pubblica”.
 D.P.R del 10 marzo 1997 "Rideterminazione degli onorari da corrispondere ai membri dei seggi elettorali".
 Legge 16 aprile 2002, n. 62. art. 3  "Competenze ai componenti dei seggi elettorali".