IMMOBILI CONFISCATI ALLA MAFIA: AL VIA IL PROCESSO PARTECIPATIVO

Pubblicato il bando per la raccolta di adesioni al processo partecipativo in merito alle possibilità di utilizzo a fini sociali degli immobili confiscati alla criminalità organizzata. Gli immobili si trovano in via Sant’Antonio e Via Aurelia Sud, rispettivamente al numero 24 e al numero 454, e sono attualmente parte del patrimonio indisponibile del Comune di Viareggio. 

Il processo partecipativo, rivolto ai cittadini maggiorenni residenti nel territorio comunale e a tutte le associazioni che operano in ambito sociale, è finalizzato a far emergere le effettive esigenze del territorio al fine di verificare i possibili utilizzi a fini sociali dei due edifici disponibili in seguito alla loro confisca.

Le manifestazioni di interesse, debitamente compilate in ogni parte e firmate, dovranno pervenire entro martedì 19 novembre, esclusivamente tramite PEC all’indirizzo di posta elettronica comune.viareggio@postacert.toscana.it, oppure con consegna diretta del Modulo di adesione all’Ufficio Protocollo del Comune di Viareggio, (Palazzo Comunale in Piazza Nieri e Paolini n. 1), aperto da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e nel pomeriggio di lunedì e mercoledì dalle 15 alle 17.

Le Domande di adesione dovranno riportare nell’oggetto la dicitura: “Processo partecipativo in merito alle possibilità di utilizzo a fini sociali degli immobili confiscati alla criminalità organizzata”.

Ulteriori informazioni possono essere richieste tramite e-mail, all’indirizzo di posta elettronico partecipazione@comune.viareggio.lu.it o al numero di telefono 0584 966869.

- Avviso adesione processo partecipativo
- Determina n. 1378 del 30.10.2019

 

In tutto verranno ammessi cinquanta privati cittadini (25 donne e 25 uomini). Nessuna limitazione numerica sarà posta alla partecipazione delle associazioni che avranno presentato regolare domanda nei termini stabiliti: per ciascuna associazione aderente al processo potrà presentarsi solo ed esclusivamente un rappresentante (presidente, direttore, amministratore, ecc.) con pieno potere decisionale. Ciascuna associazione avrà pari potere decisionale (un voto per ciascuna associazione), indipendentemente dal numero di associati o dal tipo di attività svolta.

Dopo la raccolta delle adesioni ci sarà una prima riunione conoscitiva, prevista per venerdì 29 novembre alle 14,30 nella Sala di Rappresentanza del Palazzo Comunale, durante la qualeverranno spiegati in maniera dettagliata le finalità del processo partecipativo ed i tempi e le modalità del suo svolgimento. Secondo appuntamento poi con la giornata di dialogo prevista per domenica 8 dicembre dalle 9,30 alle 16,30 a Villa Paolina.

«Ai soggetti coinvolti – commenta la consigliera Chiara Consani presidente della Commissione Consiliare Legalità e Tutela del Cittadino - verrà richiesto di partecipare ad un primo incontro nell’ambito del quale verranno spiegate le finalità del percorso partecipativo e l’iter progettuale seguito e ad una successiva giornata di consultazioni per esprimere una serie di “ipotesi” sulle possibilità di utilizzo in ambito sociale dei due immobili sopra indicati».

Tutto l’iter sarà coordinato dalla Commissione Consiliare Legalità e Tutela del Cittadino, alla presenza di un consulente esterno specialista in gestione di processi partecipati, supportato dal personale dell’Ufficio Progetti Speciali del Comune di Viareggio.

Tutte le informazioni sul sito del Comune di Viareggio
www.comune.viareggio.lu.it

ALTRE NOTIZIE SONO PRESENTI NELLE "BREVI DALL'ENTE" NEL MENU IN ALTO