IMU - Comune di Viareggio

Servizi | Tributi | IMU - Comune di Viareggio

IMU

Nuova IMU

La Legge di Bilancio n.160/2019 ha abolito dal 1° gennaio 2020 la IUC ad eccezione della TARI) sostituita dalla nuova imposta che unifica IMU e TASI. L’obiettivo è quello di semplificare l’insieme delle tasse sulla casa, che fino allo scorso anno erano divise in due diversi tributi dalle regole pressoché identiche.
La nuova IMU mantiene l’esenzione già prevista per IMU e TASI per l’abitazione principale categorie dalla A2 alla A7. Non è più prevista, invece, l’esenzione per l’unità immobiliare a disposizione di titolari di pensioni estera iscritti all’AIRE.

La scadenza del versamento dell’intero importo dovuto o della prima rata, (a seconda del metodo di pagamento scelto), è stabilita al 16 Giugno. Nel caso di pagamento in due rate, la scadenza per il pagamento del saldo è prevista per il 16 dicembre.

 

Novità IMU 2022

Proroga per la presentazione della dichiarazione IMU 2021

Nel Consiglio dei Ministri di mercoledì 15 giugno 2022 è stato approvato il Decreto Semplificazioni che estende al 31 dicembre 2022 il termine per la presentazione della dichiarazione sull’IMU.

Quindi la scadenza della Dichiarazione IMU relativa al 2021 che era prevista per il 30 giugno 2022 è prorogata al 31 dicembre 2022.

Nel decreto viene anche annunciata la semplificazione dei modelli di dichiarazione IMU per gli enti non commerciali. Questo comporterà la pubblicazione (si presume entro fine anno) di un nuovo modello di dichiarazione che sostituirà l'attuale.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 143 del 21 giugno 2022 

L'IMU 2022 presenta poche novità, alcune già note in quanto previste dalla normativa degli anni precedenti.

Pensionati residenti all'estero

La novità più rilevante è la riduzione dell'IMU per i pensionati residenti all'estero con pensione maturata in regime di convenzione internazionale che per il 2022 è ridotta al 37,5% rispetto al 50% del 2021.

Abitazione principale

Per l'abitazione principale è stato specificato che, in presenza di nuclei familiari con residenza in immobili differenti, il contribuente debba scegliere quale debba considerarsi come abitazione principale e quindi beneficiare della esenzione.

Questa è una novità relativa in quanto l'abitazione principale è stata sempre una sola unità, concetto ribadito anche da sentenze in materia.

Per beneficiare della esenzione è necessario presentare Dichiarazione IMU in cui specificare quale sia l'immobile da intendersi quale abitazione principale, barrare il campo Esenzione e riportare nelle annotazioni la seguente motivazione: "Abitazione principale scelta dal nucleo familiare ex articolo 1, comma 741, lettera b), della legge n. 160 del 2019"

 

Esenzioni 2022

Sono esenti:

  • per il 2022 gli immobili Categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche i gestori delle attività ivi esercitate.
  • dal 2022 i beni merce ossia gli immobili di proprietà di imprese edili, costruiti e destinati alla vendita, non locati, finché rientrano in questa condizione.

 

per maggiori informazioni clicca qui

 

Novità IMU 2021

La Nuova IMU non presenta novità particolari rispetto al 2020.
Va a regime la gestione delle rate per semestre quindi un immobile presente da marzo si paga per 4 mesi in acconto e per 6 mesi a saldo.

Riduzioni: rimangono invariate la riduzione del 50% per i comodati gratuiti a condizioni di legge e la riduzione al 75% per l'IMU per gli immobili locati a canone concordato.

Nuova Riduzione del 50% per i pensionati residenti all'estero: con la LEGGE 30 dicembre 2020, n. 178 "Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023" è stata inserita la riduzione del 50% per un unico immobile per i pensionati residenti all'estero titolari di pensione maturata in regime di convenzione con l'Italia:

art. 1 comma 48. A partire dall'anno 2021 per una sola unità immobiliare a uso abitativo, non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall'Italia, l'imposta municipale propria di cui all'articolo 1, commi da 739 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, è applicata nella misura della metà e la tassa sui rifiuti avente natura di tributo o la tariffa sui rifiuti avente natura di corrispettivo, di cui, rispettivamente, al comma 639 e al comma 668 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, è dovuta in misura ridotta di due terzi.

Con la Risoluzione 5/DF dell'11 giugno 2021 il MEF specifica che la riduzione prevista per i pensionati esteri in convenzione internazionale è una pensione maturata in regime di totalizzazione internazionale e, quindi, mediante cumulo dei periodi assicurativi maturati in Italia con quelli maturati in altri paesi tra cui rientrano:

 

Esenzioni: rimane esente l'abitazione principale e relative pertinenze. Si paga invece se l'abitazione principale è di categoria catastale A1, A8 o A9 (abitazioni di lusso, ville, castelli)

Esenzioni Covid 19: Decreto sostegni, con il Decreto Legge 22 marzo 2021, n. 41 art. 6-sexies “Esenzione dal versamento della prima rata dell'imposta municipale propria” convertito con modificazioni dalla Legge 21 maggio 2021, n. 69, in considerazione del perdurare degli effetti connessi all'emergenza epidemiologica da Covid-19, per l'anno 2021, non è dovuta la prima rata IMU relativa agli immobili posseduti dai soggetti passivi per i quali ricorrono le condizioni di cui all'art. 1, commi da 1 a 4 (immobili posseduti dai soggetti passivi che rispettano i requisiti per l'accesso a fondo perduto previsti dal primo decreto Sostegni)

Ai sensi dell’art. 6 sexies, Non è dovuta la prima rata Imu relativa agli immobili posseduti dai soggetti passivi beneficiari del contributo a fondo perduto previsto dal "decreto sostegni".

Il contributo è a favore dei "soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d'impresa, arte o professione o producono reddito agrario", con ricavi fino a 10 milioni e fatturato inferiore di almeno il 30% rispetto all'esercizio precedente (si veda il testo dell'articolo in decreto).

L'esenzione si applica solo agli immobili nei quali i soggetti passivi esercitano le attività di cui siano anche gestori.

Decreto-sostegni-Art.1-e-6sexies

Con le Faq dell'8 giugno 2021, il MEF ha confermato la necessità di presentare, entro il 30 giugno 2021, la dichiarazione IMU da parte dei beneficiari delle esenzioni dovute all'emergenza sanitaria del 2020.

FAQ Dichiarazione IMU e calcolo della prima rata IMU 2021

per maggiori info. su Esenzioni in seguito a emergenza sanitaria da Covid-19 clicca qui.

 

Aliquote IMU
  • Aliquota abitazione principale (A1/A8/A9) - 6 per mille
  • Fabbricati rurali strumentali - 1 per mille
  • Terreni agricoli - 10,60 per mille
  • Fabbricati categoria catastale D - 11,40 per mille
  • Altri immobili - 11,40 per mille

 

Utilità
Modalità di invio della dichiarazione IMU
  • PEC:  tributi.viareggio@postacert.toscana.it
  • Raccomandata A.R. da inviare a: Comune di Viareggio - ufficio tributi via Nino Bixio n. 42 - 55049 Viareggio LU
  • Mediante consegna allo sportello Protocollo del Comune di Viareggio via Nino Bixio n. 42 o Piazza Nieri e Paolini - Viareggio

Modalità di versamento IMU residenti all'estero IBAN:
Servizio Tesoreria Comune di Viareggio c/o Intesa Sanpaolo Spa Agenzia Via San Francesco n. 1 Viareggio, CIN EU: 32 -- CIN: A -- ABI: 03069 -- CAB: 24888 C/C: 100000046003 IBAN: IT 32 A 03069 24888 100000046003 SWIFT: BCITITMM (per bonifici dall'estero)

Calcolatore on line IMU 2022

 

calcolatore IMU on line  (cliccate sul link per accedere al calcolatore online)

IMU 2022

  • scadenza versamento unica soluzione o prima rata acconto16 giugno 2022
  • scadenza seconda rata saldo16 dicembre 2022

 

Ravvedimento operoso

 

Calcolo Ravvedimento IMU, TARI, TASI, più altri Tributi Locali

Novità ravvedimento tributi locali

Ravvedimento operoso Decreto Fiscale 2020. Con la conversione in Legge del Decreto Fiscale 2020 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24/12/2019) viene esteso ai tributi locali il ravvedimento lungo oltre l'anno dopo la scadenza, già disponibile per i tributi erariali. Quindi oltre che con il normale ravvedimento operoso, adesso è possibile effettuare versamenti per imposte dopo un anno (e fino a due anni) con una sanzione pari al 4,29% (1/7 della sanzione) e dopo due anni con una sanzione del 5% (1/6 della sanzione). Il ravvedimento lungo è possibile solo se la violazione non sia stata già contestata.
Per il calcolo utilizzare le icone sottostanti.

Calcolo IMU tasi 2019Calcolo Ravvedimento IMU-TASI 2018Calcolo Ravvedimento IMU-TASI 2017

 

Modulistica

 

Istanza di Rettifica/Annullamento atto di Accertamento/Ingiunzione 

L'istanza completata in ogni sua parte e, con allegata la documentazione comprovante il diritto di rettifica/annullamento, può essere inoltrata nelle seguenti modalità:

 

Reclamo mediazione

 

Rateizzazione

L'istanza completata in ogni sua parte, può essere inoltrata nelle seguenti modalità:

  • pec: tributi.viareggio@postacert.toscana.it 
  • mediante consegna allo sportello protocollo del Comune: via Nino Bixio n. 42 o Piazza Nieri e Paolini - Viareggio
  • mediante invio per Raccomandata AR all'indirizzo: Comune di Viareggio - Ufficio Tributi via Nino Bixio n. 42 - 55049 Viareggio LU

 

Emergenza covid (esenzioni previste dai Decreti Legge n. 34/2020, 104/2020 e 137/2020)

 

Privacy

Modulo privacy ai sensi dell'art. 13 del General Data Protection Regulation (GDPR)

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (4 valutazioni)