Certificati online - Comune di Viareggio

Servizi | Stato Civile | Certificati ed Estratti di Stato Civile | Certificati online - Comune di Viareggio

 

Il Comune di Viareggio ha attivato il servizio di rilascio di certificazioni on line con timbro digitale che consente al cittadino di richiedere e stampare alcuni certificati di stato civile, per sé e per i componenti della propria famiglia anagrafica, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo senza doversi recare presso gli uffici comunali, accedendo con identita' Digitale (SPID, CIE, CNS), attraverso il seguente link:

https://servizionline.hypersic.net/cmsviareggio/servizionline.aspx?S=400

I certificati, firmati digitalmente dal Sindaco, resi validi e autentici grazie alla tecnologia del Timbro Digitale, sono utilizzabili in formato PDF o stampati su carta.

Il timbro digitale utilizzato dal Comune, è un codiceQR, che contiene in forma crittografata tutte le informazioni sul certificato (riferimenti temporali sulla data di creazione del documento compresa la firma digitale). Sul certificato con timbro digitale in alto in alto a destra si trova il codiceQR del protocollo ANPR (solo per i certificati anagrafici) e in alto sul lato sinistro il codiceQR del timbro digitale.

Con il servizio “certificati on line” è possibile richiedere i seguenti CERTIFICATI DI STATO CIVILE:

(solo il semplice certificato e non estratto) se i relativi atti risultano presenti nell’archivio informatizzato dello Stato Civile del comune di Viareggio (possono riguardare anche persone non residenti):

  • Certificato di Nascita
  • Certificato di Matrimonio
  • Certificato di Morte

 

Per gli altri tipi di certificati è necessario rivolgersi agli uffici di Stato Civile di Viareggio e Torre del Lago nei giorni ed orari indicati nella sezione dedicata “Stato Civile” dell’Area tematica “Anagrafe, Stato Civile, Elettorale” presente nella home page del sito del Comune di Viareggio .

Si ricorda che dal 1 gennaio 2012 le certificazioni sono valide ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati (banche, notai, poste ecc.).

Agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre Pubbliche Amministrazioni e pertanto sui certificati destinati a privati viene apposta, a pena di nullità, la dicitura “il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”. Infatti, la normativa vigente (Legge 183/2011) obbliga la Pubblica Amministrazione e i gestori dei pubblici servizi ad accettare (e richiedere), in sostituzione dei certificati Anagrafici e di Stato Civile, l’autocertificazione.

Si precisa che per i certificati di Stato Civile è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo (Legge 405/1990) e non sono dovuti i diritti di segreteria.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (1 valutazione)